Home / Stadio / Stadio Nazionale

Stadio Nazionale

Stadio Nazionale

L’impianto sportivo fu costruito sotto la guida di Marcello Piacentini, che si ispirò allo Stadio Olimpico di Atene utilizzando una architettura a forma di U allungata riconducibile a  modelli ellenici, mentre per le decorazioni esterne si utilizzarono forme tipicamente romane.

Fu inaugurato ufficialmente il 25 Marzo 1928 con una amichevole tra le Nazionali di Italia e Ungheria, terminato 4-3 per l’Italia. Ribattezzato Stadio del Partito Nazionale Fascista ospitò la finale del campionato mondiale di calcio del 1934.

La Roma cominciò ad utilizzarlo dal 1940, e fu il campo del primo scudetto. Nonostante la ristrutturazione avvenuta nel 1927 lo Stadio Nazionale manifesto diversi limiti strutturali e di capienza e fu abbandonato da Roma e Lazio dal 1953 a favore dello Stadio Olimpico. Fu demolito nel 1957 ed immediatamente dopo iniziarono i lavori di costruzione dello Stadio Flaminio.

Stato Italia Italia
Ubicazione Via Flaminia
Roma
Inizio lavori 1910
Inaugurazione 1911
Chiusura 1953
Demolizione 1957
Struttura Stadio a gradinata unica
Copertura Tribuna principale
Pista d’atletica Ad anello
Ristrutturazione 1927
Mat. del terreno Erba
Dim. del terreno 105 x 68
Area totale 32 000 m²
Proprietario Comune di Roma
Progetto Marcello Piacentini
Costruttore V. Visentini, Torino

About wp_2191718

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *